Il Primo Maggio a Taranto

Il Primo Maggio a Taranto

Il Primo Maggio è una data importante per tutto il mondo del lavoro, in cui si celebra il valore del lavoro e dei diritti dei lavoratori. In Puglia, precisamente A Taranto, la festa del Primo Maggio è diventata anche un’occasione per promuovere la solidarietà e la giustizia sociale, in un contesto in cui la città ha dovuto affrontare le conseguenze della crisi economica e ambientale.

La situazione di Taranto

Taranto è una città del sud Italia che ha subito negli ultimi anni l’impatto della crisi economica e ambientale. L’area è nota per la presenza dell’ILVA, l’azienda siderurgica più grande d’Europa, che ha causato gravi danni ambientali alla città e alle popolazioni circostanti. Questa situazione ha creato un forte senso di disagio e di preoccupazione nella popolazione, che ha iniziato a mobilitarsi per richiedere una maggiore attenzione alla salute e alla sicurezza dei lavoratori.

La nascita del Primo Maggio Taranto

Il concerto è stato ideato dall’associazione Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, nata nel luglio 2012 con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi di Taranto legati all’Ilva e all’inquinamento. Tra i promotori e gli organizzatori dell’evento ci sono molti artisti tarantini, tra cui Michele Riondino, che ne è il direttore artistico insieme a Diodato e Roy Paci.

L’evento, noto anche come “concertone” per la sua durata che va dal primo pomeriggio fino a tarda notte, è totalmente autofinanziato grazie alla vendita di magliette e bottiglie di vino, nonché al supporto degli sponsor privati che aderiscono alla manifestazione.

Oltre alla musica, Uno maggio Taranto libero e pensante prevede numerosi interventi di associazioni, comitati ed organizzazioni, con l’obiettivo di rappresentare i diritti dell’uomo, dell’ambiente e, coerentemente, i diritti dei lavoratori, vista la coincidenza con la Festa dei Lavoratori.

Informazioni

Sei interessata all’evento ma non riesci ad essere presente. Niente paura. Durante il concerto ci sono giornalisti di varie testate e televisioni dove fanno diverse interviste sulla manifestazione e riprese dirette.

Per tutte le informazioni sull’evento e l’associazione potete visitare la pagina facebook, Uno Maggio Taranto o Cittadini e lavoratori liberi e pensanti. Inoltre ti consiglio di visitare la città di Taranto per il mare e per tutto quello che offre la città, perchè merita di essere visitata.

9 commenti

  1. Mai stata a Taranto e questa sarebbe un’ottima occasione! La lista degli artisti che interverranno è davvero notevole. Spero di riuscire a seguire qualche diretta online.

  2. Che bella iniziativa, un modo interessante con artisti importanti per sottolineare la difficile situazione della città. Peccato non poter partecipare

  3. E’ una iniziativa davvero molto bella, peccato che io viva così lontana altrimenti mi piacerebbe molto parteciparvi!

  4. Anche solo il fatto che questo “Concertone” sia interamente autofinanziato è incredibile e credo che accada davvero in poche città tra le tante che ospitano i concerti del primo maggio.
    Sebbene questa iniziativa sia fantastica e io non sia mai stata a Taranto, credo che il “Concertone” non faccia al caso mio! Lo lascio a chi ama i concerti di questo genere e io mi prenoto per un altro momento, va bene? 🤣

  5. Un bell’evento che unisce e che permette di ascoltare tanti artisti anche poliedrici! Brava Taranto, ha organizzato proprio un interessante Primo Maggio!

  6. Anche quest’anno c’è uno splendido cast. Seguo da lontano l’evento che fa davvero onore sia alla città che a tutta la regione Puglia.

  7. Non torno a Taranto dal 2003, quindi non sapevo neanche di questo evento che dura fin tutta la notte ma sicuramente se tornassi, cercherai di far capitare la vacanza durante il periodo del 1° Maggio.

  8. Molto interessante l’idea di organizzare un concertone alternativo a quello di Roma per mantenere viva l’attenzione mediatica sui problemi di Taranto, prima o poi mi piacerebbe partecipare!

  9. Mooolto interessante la lista degli artisti che hanno partecipato! Che peccato essermi persa questo evento… Chissà se online si trova qualche registrazione? Mi interesserebbe molto vederla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: contenuti protetti!